Può fast food causare problemi di salute?

La maggior parte dei problemi sanitari che derivano dal consumo di fast food sono il risultato di elevati livelli di grassi saturi, grassi trans, zucchero e sodio. I ristoranti fast-food spesso usano porzioni di questi ingredienti che superano i livelli consigliati, nel tentativo di aggiungere sapore al loro cibo e renderlo più auspicabile. Molte importanti condizioni sanitarie sono associate al consumo di fast food, tra cui malattie cardiache, ictus, diabete e ipertensione.

Molti alimenti utilizzano grassi trans per ridurre i costi, conservare i cibi e aggiungere sapori e texture desiderabili. I ristoranti fast-food spesso alimentano profondamente gli alimenti utilizzando grassi trans. Questi grassi malsano e artificiali possono abbassare il vostro buon colesterolo aumentando il colesterolo cattivo. Questo, a sua volta, aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiache, ictus e diabete di tipo 2. Uno studio del 2010 pubblicato nella “Journal of the American Dietetic Association” rileva che quando il 2 per cento dell’assunzione totale calorica è composto da grassi trans, il rischio di malattie cardiovascolari aumenta di un enorme 23 per cento. L’American Heart Association nota che i grassi saturi, quando consumati in eccesso, aumentano anche il rischio di malattie cardiache e ictus.

Gli alimenti a rapida preparazione vengono generalmente serviti con bevande analcoliche, scuote di latte e altre bevande contenenti alti livelli di zucchero. Questi zuccheri aggiunti non contengono alcun valore nutrizionale e possono promuovere un aumento di peso, compromettendo negativamente la salute del cuore. Uno studio del 2013 pubblicato in “Opinione attuale in nutrizione clinica e cura metabolica” rileva che le diete ad alto contenuto di zucchero aumentano la resistenza all’insulina, promuovono un aumento di peso e sono un fattore di rischio principale per la malattia di Alzheimer e il diabete di tipo 2. Lo studio ha concluso che la riduzione del consumo di zucchero aggiunto potrebbe aumentare la longevità e la qualità della vita.

Le proprietà di sodio che aumentano il sapore lo rendono un ingrediente preferito tra i ristoranti fast-food. L’U.S. Food and Drug Administration rileva che oltre il 75 per cento del sodio alimentare deriva da alimenti per la ristorazione e cibi confezionati. Quando si consumano alti livelli di sodio, aumenta la pressione sanguigna e aumenta il rischio di ipertensione e malattie cardiache. Uno studio del 2012 pubblicato sulla “American Journal of Medicine” rileva che un’elevata assunzione di sodio non è solo legata all’ipertensione, ma ad un ictus, all’ipertrofia ventricolare (l’ispessimento delle pareti del cuore) e alla proteinuria – una condizione che indica i danni ai reni.

L’American Heart Association consiglia non più di 2 grammi di grassi trans per giorno e non più di 16 grammi di grassi saturi al giorno. Le linee guida del governo degli Stati Uniti raccomandano un limite di 2.300 milligrammi di sodio al giorno – un’importo pari a 1 cucchiaino di sale. L’American Heart Association consiglia non più di 25 grammi di zucchero aggiunto al giorno per le donne e non più di 38 grammi per gli uomini. Solo mangiando fast food in occasioni speciali e scegliendo opzioni più salutari – come insalate, bevande senza zucchero e alimenti non fritti – puoi evitare le pericolose conseguenze per la salute dei fast food.

Grasso per la malattia cardiovascolare

Zucchero per il diabete

Sodio per ipertensione

Raccomandazioni sane