Oli essenziali per il trattamento del linfedema

Il linfedema è una condizione cronica classificata come primaria o secondaria. Il linfedema primario è una condizione ereditaria, mentre il linfedema secondario è causato da una sorta di lesione ai vasi linfatici, spesso visto in donne che hanno avuto un intervento chirurgico per il cancro al seno. Mentre non c’è cura per il linfedema, può essere migliorata attraverso una varietà di terapie. L’aromaterapia, in combinazione con altri trattamenti, ha guadagnato interesse negli ultimi anni per l’impatto che può avere sulla qualità della vita delle persone affette da linfedema.

Identificazione

Il sistema linfatico contiene vasi e nodi in tutto il corpo. Le vasi linfatiche raccolgono fluidi costituiti da proteine, grassi, acqua e rifiuti dalle cellule e li filtrano attraverso i linfonodi. Quando le vasi ei nodi sono danneggiati o rimossi, il liquido si accumula e provoca un gonfiore anormale, di solito nelle braccia o nelle gambe. Le donne che hanno subito una chirurgia del cancro al seno, in particolare una dissezione ascellare che comporta la rimozione di alcuni o tutti i linfonodi sul lato interessato, sono suscettibili al linfedema, secondo la National Lymphedema Network.

Storia

L’aromaterapia è una pratica antica che prevede l’uso di oli essenziali e si pensa di influenzare o migliorare il funzionamento del sistema immunitario. Ora una forma popolare di medicina alternativa, l’aromaterapia clinica utilizza sia le proprietà medicinali che terapeutiche degli olii essenziali. Gli oli essenziali sono da tempo riconosciuti per le loro proprietà antibatteriche e antiinfiammatorie, scrive Jane Buckle. Sono derivate da una varietà di sostanze naturali comprese piante, fiori, radici, foglie e corteccia e vengono estratti per distillazione. Un olio è classificato come essenziale perché ha il profumo o l’essenza distintivo dell’impianto. Si pensa di migliorare il tuo umore influenzando il tuo senso di odore, considerato il più primario dei cinque sensi.

Trattamento per il linfedema

Il trattamento del linfedema comporta solitamente il drenaggio linfatico manuale o il MLD, dove attraverso un dolce massaggio eseguito da un terapista fisico addestrato, il liquido linfatico viene scaricato dalla zona interessata e ritornato nel sistema circolatorio. Questa tecnica è stata sviluppata dal dottore danese Emil Vodder negli anni Trenta e viene talvolta definita come il metodo Vodder. Il MLD può essere utilizzato in combinazione con un indumento di compressione, che promuove il drenaggio naturale del fluido e previene il gonfiore. Le donne che hanno avuto una chirurgia del cancro al seno possono avere l’indossare un manicotto di compressione sul braccio affetto.

Benefici

Gli oli essenziali possono essere usati in combinazione con trattamenti tradizionali per il linfemma per migliorare la qualità della vita. Jane Buckle, nel suo libro “Aromaterapia clinica, oli essenziali nella pratica”, suggerisce che alcuni oli possono svolgere un ruolo nella gestione del linfedema, anche se non prescrittivo. L’olio di Passiflora incarnata o il fiore della passione può migliorare l’elasticità della vostra pelle e l’olio di lavanda può aiutare a proteggere il braccio gonfio o l’arto da infezioni a causa delle sue proprietà antifungine. Una miscela di oli essenziali può anche essere applicata sotto un indumento di compressione o fasciatura per aiutare a mantenere il tessuto morbido.

considerazioni

Gli oli essenziali non devono mai essere usati sulla pelle nella loro forma non diluita, in quanto possono causare irritazioni e forse anche una reazione allergica. Sono solo per uso esterno e non dovrebbero mai essere ingerite. Se sei interessato ad aggiungere aromaterapia al tuo regime di trattamento, dovresti consultare il tuo medico o il tuo terapeuta e cercare un aromatherapist qualificato.